snami - Sez. prov. Monza e Brianza

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Comunicazioni TRE ANNI DI ATS: DI MALE IN PEGGIO

TRE ANNI DI ATS: DI MALE IN PEGGIO

Stampa PDF

La riforma sanitaria lombarda prima e la presa in carico del paziente cronico dopo, preludio verso una sanità privata e all'ingresso delle compagnie di assicurazioni, hanno avuto un impatto negativo sulla medicina generale.

 

Dopo tre anni dalla Riforma Regionale della Sanità che, va ricordato, ha portato in galera uno dei suoi ideatori, dobbiamo  constatare che le cose per i medici e i cittadini non sono andate troppo bene.

La aggregazione territoriale è stata sbagliata completamente: Ospedali storicamente e organizzativamente vicini come Seregno, Giussano e Carate sono stati aggregati all'Ospedale di Vimercate; l'Ospedale di Desio aggregato a quello di Monza ha subito inevitabilmente un declassamento. Che dire delle delibere regionali (ben sei) sulla presa in carico del paziente cronico?

Anche l'organizzazione territoriale della Medicina Generale ha subito una forte confusione: il MMG ha perso ogni riferimento con il distretto essendo in carico organicamente alla ASST; ha assistito ad 'una guerra di competenze' tra la ATS e ASST.

Da ultimo, per noi, la riunificazione della medicina  territoriale con quella di Lecco è stata la mazzata finale: i vertici della ATS sono rimasti quelli di Lecco con una mentalità molto provinciale. Ricordiamo che storicamente la nostra ASL di Monza è sempre stata tra le prime in Lombardia, come progettualità e funzionamento.

Ciliegina finale: con l’ATS abbiamo perso anche alcune agevolazioni, l'ultima delle quali è la perdita della festività di Sant'Ambrogio …