snami - Sez. prov. Monza e Brianza

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Comunicazioni ACCORDO REGIONALE 2018

ACCORDO REGIONALE 2018

Stampa PDF

Dopo un lungo lavoro di mediazione e negoziazione SNAMI ha ottenuto che nell’accordo sparisse ogni riferimento alle delibere regionali sulla cronicità peraltro, come noto, impugnate al TAR dallo SNAMI Lombardia e dallo SNAMI Pavia.  Leggi il testo dell'accordo.

 

Ecco in sintesi i punti dell’accordo:
1)      Il PAI sarà remunerato in attuazione a quanto disposto dall’allegato D, lettera C, comma 1 e all’art. 59 lettera D comma 3 del vigente ACN e con le modalità del modello organizzativo regionale di presa in carico del paziente cronico e fragile adottato in attuazione dell’art. 9 della Legge Regionale sperimentale 23/2015;
2)      Per il Governo Clinico v’è la partecipazione ad un generico corso sulla gestione del malato cronico;
3)      Nelle “zone disagiate” l’aumento del massimale sarà consentito a tutti i Medici, anche singoli, sebbene preferibilmente a chi ha personale di studio.

Lo SNAMI ha sempre sottolineato la propria contrarietà alle impugnate delibere regionali 6164 del 30.1.2017, 6551 del 4.5.2017 e 7655 del 28.12.2017, e che la redazione del PAI come previsto dal Piano Nazionale Cronicità , debba essere compito precipuo del MMG indipendentemente dall’’adesione alle delibere regionali di cui sopra.

Lo SNAMI non ha approvato la retribuzione del PAI solo per chi ha aderito alle delibere regionali 6164 del 30.1.2017, 6551 del 4.5.2017 e 7655 del 28.12.2017, anzi, con la firma di questo AIR, ha aperto la strada ad una estensione della redazione del PAI a tutti i MMG.

Naturalmente SNAMI ha aggiunto una dichiarazione a verbale che ribadisce la volontà di firmare per non inficiare la partecipazione delle proprie delegazioni alla importantissima contrattazione aziendale e la ferma contrarietà alle DGR sopra citate.

L’Accordo, per il momento, è stato firmato da SNAMI e FIMMG. Altre sigle sindacali hanno ventilato la loro intenzione di firmare settimana prossima, dopo consultazioni interne, elaborando ed allegando anch’esse dichiarazioni a verbale.